“Solo un piccolo, piccolissimo tocco…” – Racconto di Illaria

Oggi, insieme a mio marito, mi sono recata nello studio medico del professor Manna per effettuare il prelievo ovocitario. Bé, inutile dire non senza paura, avevo il terrore dell’ago, che sarebbe servito per il prelievo, ero pervasa dall’ansia e dall’angoscia che avrei potuto provare dolore. Ho pensato poiché, prelevando dalle ovaie il liquido follicolare, certamente avrei potuto avere abbondanti perdite ematiche che, a me personalmente, inquietano.

Appena arrivati allo studio, ho visto la mia dr.ssa Francesca insieme al professore, i loro sorrisi e le loro rassicurazioni mi hanno un po’ calmata, ma …. avevo paura lo stesso! Prima di me, c’era una ragazza che si era appena sottoposta al Pick-Up, le ho chiesto che cosa avesse provato e lei con voce calma e pacata mi ha risposto: “Tranquilla, è una passeggiata”. Nonostante questa risposta, non ero ancora del tutto rilassata.

Sono entrata subito dopo di lei e mi hanno preparata con molta pazienza per il tutto, dopo un po’ è arrivato il professore, con la mia dr.ssa Francesca. Il professore mi ha tenuto aggiornata di ogni cosa stava per farmi e quando mi ha detto: “Signora, le ho appena fatto la puntura di anestetico”, bè giuro, non ho sentito nulla! Dopo circa 5 minuti è iniziato il prelievo e anche lì devo dire che non ho sentito dolore, solo un piccolo, piccolissimo tocco. Sicuramente miei dolori mestruali sono molto più intensi.

Il professor Manna è stato molto delicato e nello stesso tempo preciso, mostrando così la sua grande competenza.

Il tutto è durato pochissimo e prima di andare via la notizia più bella: avevo prodotto diversi ovociti. Formidabile!

Le perdite ematiche, in seguito, non ci sono state per nulla, solo una leggera striatura a distanza di ore, quasi invisibile.

Grazie professor Manna, grazie perché con i suoi sguardi rassicuranti e le sue parole incoraggianti mi ha dato sempre speranza.

Grazie anche alla mia dr.ssa Francesca, che mi è stata vicina in ogni momento e alla fine del Pick-Up mi ha ricordato: “Te l’avevo detto io!”.

Grazie a tutti per averci accolto in un ambiente disteso e familiare.

Con affetto, Illaria

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *